RX-78GP01 Gundam GP01 “Zephyranthes”

Forze della Federazione Terrestre
MOBILE SUIT

RX-78GP01 GUNDAM GP01 “ZEPHYRANTHES”

[ガンダム試作1号機ゼフィランサス (GANDAMU Shisaku 1 Gouki ZEFIRANSASU)]


Numero di serie: RX-78GP01
Tipo: mobile suit prototipo multiruolo
Produttore: Arsenale Anaheim Electronics (stabilimento Livermore di Von Braun)
Data di completamento: 29 settembre U.C. 0083
Entrata in servizio: 13 ottobre U.C. 0083, verso le ore 21:00
Assegnazione: Forze Spaziali della Federazione Terrestre
Unità prodotte: 1

Altezza totale: 18.50 m (secondo altre fonti: 18.00 m)
Altezza alla testa: 18.00 m
Massa a vuoto: 39.70 t
Massa a pieno carico: 65.00 t (secondo altre fonti: 60.50 t)

Potenza d’uscita del generatore: 1790 kW
Spinta massima:
   • 42000 kg x 2 (backpack)
   • 12000 kg x 2 (piedi)
Motori ad apogeo: numero sconosciuto (?12)
Accelerazione: 1.66 G (secondo altre fonti: 1.79 G)
Velocità massima: sconosciuta
Tempo di rotazione di 180°: 0.90 s
Raggio dei sensori: sconosciuto

Caratteristiche:
   • Antropomorfo
   • Monoposto con cabina di pilotaggio nel torso (Core Block System)
   • Air intake x 2
   • Sub drive unit x 2
   • Mount latch x 8
   • Maintenance hatch x 1
   • Spike dei piedi x 4
Sistemi elettronici:
   • Dual sensor x 1
   • Main camera x 1
   • Rear camera/sensor x 1
   • Multi-blade antenna x 2
   • Monitoring blade antenna x 1
   • Sub sensor x 6
   • Substance control unit x 2 (piedi)
   • Narrow range sensor x 2
Struttura: Semi-monocoque frame
Corazza: Lega di Luna titanium con anti-beam coating (secondo altre fonti: Luna titanium oppure Lega di Gundarium)

Core Block System: FF-XII Core Fighter II

Armamento fisso:
   • Cannone vulcan da 60mm x 2 (testa)
   • Beam saber/beam gun x 2
   • Shield x 1
   • Energy pack x 2
Armamento imbracciabile: Beam rifle con jutte x 1 (1.50 MW)
Armamento imbracciabile opzionale: 90mm bullpup GM machine gun x 1 (20 colpi) (Solo serie OAV)

Imbarcato su:
   • classe Pegasus MSC-07 Albion
   • Works Ele-car
Pilota: G.M. Kou Uraki

Compare in:
   • Mobile Suit Gundam 0083: Stardust Memory (Episodi 1-6)
   • Mobile Suit Gundam 0083: The Last Blitz of Zeon

Mecha designer: Shoji Kawamori
Fonti:
   • Bandai 1/144 scale RX-78GP01 model kit
   • Bandai 1/144 scale HGUC RX-78GP01 model kit
   • Bandai GFF#003
   • Data Collection 3
   • Entertainment Bible MS Encyclopedia no.6
   • Entertainment Bible MS Encyclopedia no.8
   • Gundam Episode Guide 2
   • Gundam Fact File 10
   • Gundam Fact File 11
   • Gundam Mechanics II
   • Gundam Official website
   • Mobile Suit Gundam 0083 official website
   • Mobile Suit Gundam 0083 with Phantom Bullets
   • Mobile Suit Illustrated 2003
   • Mobile Suit Illustrated 2006
   • Sunrise Animation Film Comics Gundam 0083
   • Super Robot Encyclopedia 2004
   • The Gundam Chronicles

 
RX-78GP01 Gundam GP01 "Zephyranthes"

Nell’ottobre U.C. 0081, durante il processo di riarmamento post-bellico, i vertici della Federazione Terrestre commissionano alla Anaheim Electronics la creazione di nuovi mobile suit basati sul celeberrimo RX-78-2. Nasce così il Progetto di Sviluppo Gundam, volto a realizzare prototipi per effettuare test e raccogliere dati utili allo sviluppo dei MS di prossima generazione.
Una delle unità sperimentali prodotte da questo piano segreto è l’RX-78GP01 Gundam GP01 “Zephyranthes”, design multiruolo la cui struttura completamente rinnovata permette movimenti molto simili a quelli umani. Come nel Gundam originale, è presente un Core Block System trasformabile in un piccolo caccia (l’FF-XII Core Fighter II), che però, diversamente da quanto avveniva in precedenza, è alloggiato nel busto del MS in posizione semi-orizzontale, così da garantire una maggiore robustezza al corpo. Nell’ambito della dotazione standard sono degni di nota lo scudo, estendibile e rivestito dallo stesso tipo di anti-beam coating che protegge la parte centrale del petto, ed il beam rifle munito di jutte, una specie di “baionetta a raggi” usata per bloccare le beam saber avversarie (similmente all’omonima arma medievale giapponese).
Dotato di grande agilità, versatilità ed ottime prestazioni complessive, lo “Zephyranthes” può operare tanto sulla Terra quanto nello spazio, ma in quest’ultimo caso deve essere completamente riconfigurato con l’aggiunta dei moduli detti Full burnern, che di fatto lo rendono un modello differente.
Otto giorni dopo il suo completamento nelle fabbriche lunari di Von Braun, l’RX-78GP01 viene imbarcato insieme all’RX-78GP02A sulla nave da assalto MSC-07 Albion, ed alle ore 15:00 del 13 ottobre U.C. 0083 giunge nella base di Torrington, in Australia orientale, per eseguire test in condizioni di gravità. Ma quella sera stessa le forze della Delaz Fleet si infiltrano nell’installazione militare, rubando il temibile GP02A: l’Operazione Stardust è cominciata.

Traslitterazioni / Nomi alternativi:
Gundam GP01; Gundam Zephyranthes; Gundam “Zephyranthes”; RX-78GP-01; RX-78 GP01

Reinterpretazioni:
 Anime:

Warning: Use of undefined constant blank – assumed ‘blank’ (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.gundamitalian.club/home/files/mecha/rx-78gp01_anime.php on line 6

Nessuna reinterpretazione trovata

Varianti minori:

Elenco gunpla:

Warning: Use of undefined constant blank – assumed ‘blank’ (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.gundamitalian.club/home/files/gunpla/gunpla-rx-78gp01.php on line 3
Nessun Gunpla trovato

PHOTOGALLERY: 

no images were found

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi