Gundam Italian Club

Video Road to G40

Video Road to G40 Video Road to G40 online sul canale youtube Gundam Info a partire dal 18 Novembre.
Tra le iniziative del 40° anniversario del nostro amato mobile suit bianco c’èil progetto di design realizzato dallo studio Ken Okuyama che si è cimentato nella rivisitazione del classico RX-78-2!!
Lo scorso Settembre durante l’Hobby Show in anteprima, Bandai Spirits ha mostrato al pubblico questa nuova creatura che adesso con il video in oggetto viene dettagliatamente descritto pubblicamente.
Il modello in questione è un Gunpla HG 1/144 che sarà  disponibile per la vendita a partire dal mese di Dicembre 2019.
Notiamo subito alcune differenze a partire dalla realizzazione della main camera della testa, che forma una vera e propria linea, rappresentando un sensore per la raccolta dei dati circostanti secondo il pensiero dei progettisti industriali.
Inoltre, il “HG 1/144 Gundam G40 (Industrial Design Ver.)” è caratterizzato da un contorno meno spigoloso di tutto il corpo. Se si presta attenzione all’unità  toracica, secondo i progettisti i contorni dovrebbero catturare gli occhi e farli scorrere piacevolmente lungo le linee. Le caratteristiche di MS disegnate da Mr. Okuyama includono linee moderne e desiderano esprimere il futuro.
Le articolazioni delle braccia sono particolari, lo sforzo è quello di avvicinarsi il più possibile ai movimenti del corpo umano; per far assumere un movimento “reale” del MS soprattutto nel combattimento ravvicinato, viene aggiunto un nuovo snodo all’avambraccio, di conseguenza si viene a creare una silhouette che dà  l’impressione di un movimento più vicino a quello di un corpo umano.
La struttura dell’addome è una semplice struttura a blocchi che mostra una gamma più ampia di movimento rispetto al corpo umano nei movimenti di torsione e stiramento. Il movimento espresso attraverso il filtro di Mr. Okuyama è una fusione di più movimenti umani e il design di Gundam.
Le gambe sono progettate con enfasi sulla silhouette oltre alla funzionalità  del movimento. Dalle dita dei piedi alla testa, consapevole della struttura che non lascia spazi vuoti per non interrompere il flusso degli occhi della persona che lo vede, in base alla verifica del design industriale, si può riprodurre con stile l’iconico salto del Gundam con la bea saber.
Per il signor Okuyama la gamba ha un significato importante per riprodurre una struttura assoluta. Questo modello è stato progettato con la politica del signor Okuyama di non spostare l’armatura della vita e del ginocchio, nonostante questa mancanza a cui siamo ormai abituati da tempo, il movimento della gamba non è limitato, ma implementato da un nuovo sistema di snodi.
Buona visione con il video Road to G40 che vi proponiamo qui di seguito:

Sito Giapponese del 40° Anniversario